3d747ded4854c9e3faac0fb100597fd4

“Coda di gallo”……è il significato letterale della parola Cocktail, vi siete mai chiesti il perchè?

L’etimologia del termine cocktail, attestato per la prima volta nel 1806, non è chiara. Esistono tuttavia diverse ipotesi sulla sua origine:

– potrebbe derivare dai termini inglesi cock (gallo) e tail (coda), forse dovuto al fatto che verso il 1400 nelle campagne inglesi si beveva una bevanda variopinta ispirata ai colori della coda del gallo da combattimento;

– potrebbe derivare dal termine francese coquetier – pronunciato cocktay in inglese, un portauovo che sin dal 1795 veniva usato a New Orleans dal farmacista Antoine Amédée Peychaud per servire liquori;

– potrebbe essere una distorsione dal latino [aqua] decocta, cioè acqua distillata;

– potrebbe derivare dalla leggenda che narra di una nave di ricchi inglesi che, approdando in Sud America, festeggiavano bevendo liquori europei e succhi tropicali che venivano mescolati servendosi di una colorata piuma di gallo.

Il cocktail al giorno d’oggi è una combinazione di bevande alcoliche, solitamente costituita da una miscela di almeno due tipi di liquori o superalcolici con caratteristiche contrastanti ma armonizzabili fra loro.Sono bevande alcoliche  ghiacciate (la scelta delle varianti è infinita), in grado di trasmettere sensazioni contrastanti: una sottile e armoniosa fusione di sapori. La miscela viene mescolata o sbattuta con ghiaccio, usando rispettivamente o l’apposito bicchiere o lo shaker.

Detto questo, preparate il vostro shaker….oggi lezioni di barman!

 

 

Immagini [Pinterest]

Posted by:Benedetta B.

Rispondi