cLe ciliegie sono senza dubbio uno dei frutti di stagione più gustosi a cui non sanno dire di no neppure i bambini che di solito non vogliono proprio sentir parlare di frutta. Ma non solo: sono anche ricche di proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. 

L’albero di ciliegio, di aspetto meraviglioso, fiorisce in primavera e dà i suoi frutti tra maggio e giugno.
Esistono tantissime varietà di ciliegie; in Italia sono particolarmente note le ciliegie Ferrovia, molto diffuse in Puglia, dalla caratteristica polpa succosa; la ciliegia Durone, molto pregiata e polposa, caratterizzata dalla polpa scura e dalle grosse dimensioni, e la Ciliegia Anella, di colore rosso acceso.

Gli effetti benefici delle ciliegie:

Che la frutta faccia bene al nostro organismo è ormai un dato di fatto ma forse pochi sanno che nelle ciliegie si nascondono innumerevoli proprietà,scopriamo insieme quali: c11

Per cominciare, le ciliegie sono ricche di vitamina C e A che aiutano a proteggere la vista e contribuiscono al buon funzionamento delle difese immunitarie. Contengono inoltre acido folico, calcio, potassio, magnesio, fosforo e flavonoidi, sostanze importanti per la lotta ai radicali liberi. Depurative, disintossicanti, diuretiche e antireumatiche, le ciliegie aiutano inoltre a prevenire numerose patologie come l’arteriosclerosi, le disfunzioni renali e l’invecchiamento cellulare.

Quasi prive di calorie, le ciliegie possono essere consumate anche nell’ambito di diete ipocaloriche e nel regime alimentare dei diabetici.

Acquisto:

Le ciliegie andrebbero acquistate quando sono ben mature (al contrario di altri tipi di frutta, una volta raccolte le ciliegie non proseguono nella maturazione); si scelgano quelle ben sode e prive di ammaccature; il picciolo di color verde intenso è garanzia di freschezza.

Come conservarle:

Una volta acquistate, se non consumate subito, le ciliegie vanno conservate in un luogo fresco e privo di umidità; vanno tenute in un sacchetto di carta perché quelli di plastica favoriscono il rammollimento e l’insorgenza di marciumi.Sono frutti sensibili al freddo; possono essere conservate in frigorifero, ma non a temperature eccessivamente fredde; conviene quindi metterle nel comparto più caldo.

È comunque possibile conservare le ciliegie nel congelatore; vanno congelate tali e quali, peduncolo e nocciolo compresi quindi, mettendole nel congelatore in uno strato unico al fine di velocizzare il processo; in seguito vanno inserite in un sacchetto ben chiuso; si scongeleranno poi al momento del bisogno mettendo il sacchetto sotto l’acqua corrente. In alternativa, si possono congelare togliendo peduncolo e nocciolo e aggiungendo circa un po’ di zucchero (al massimo 100 g ogni kg di ciliegie) e metterle in un sacchetto da riporre nel congelatore.

Belle,sane e molto decorative….

c

Ma lo sapevate che…..

  • Pare che le ciliegie siano state introdotte in Italia da Lucullio, vengono infatti spesso definite “luculliane”.
  • In Francia i ragazzi sono soliti dichiarare il loro amore alle ragazze appendendo alle loro porte un rametto di ciliegie
  • Per conservare più a lungo le ciliegie, prima di metterle in frigorifero, inseritele in un canovaccio di tessuto e poi in un sacchetto aperto.
  • Mangiate le ciliegie con tranquillità e senza “ispezionarle” fino al 24 maggio, il giorno in cui si festeggia San Giovanni, perché da quel giorno in poi i frutti del ciliegio saranno ospiti dei vermetti bianchi, chiamati giovannini, a causa delle alte temperature che favoriscono il crearsi di quegli animaletti.

Jacques Prévert diceva:

 “La vita è una ciliegia. La morte il suo nocciolo. L’amore il ciliegio.”

[immagini Pinterest]

Posted by:Benedetta B.

Rispondi