Divertente e semplice dolce,con un cuore di frutta,da preparare insieme ai vostri bambini per una sana e golosa merenda.


STECCHI DI FROLLA ALLE PRINCIPESCHE
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Autore:
Recipe type: Dessert
Cuisine: Ds.osi per 4 per
Ingredienti
  • 250g di pasta frolla (qui)
  • 5 Pesche tipo Principesca o pasta gialla dolci
Istruzioni
  1. Prepara le pesche. Lavale e asciugale accuratamente, elimina la buccia e tagliale a dadini piccolissimi. Lasciali a sgocciolare in un colino per 15 min.
  2. Stendi con un matterello la pasta frolla fino ad ottenere una sfoglia di 5 mm. Con il taglia pasta tondo ricava 12 cerchi di pasta uguali e posizionali distanziati sopra una teglia rivestita con carta da forno. Adagia al centro di 6 cerchi di pasta uno stecco di legno e posiziona qualche dadino di pesca sempre al centro. Sovrapponi i dischi rimasti sopra quelli preparati. Unisci le due metà e con una leggera pressione chiudi bene i bordi per evitare che si aprano in cottura.
  3. Forma la pesca di frolla. Lasciando gli stecchi sempre stesi premi nella parte superiore, opposta agli stecchi,con il manico del cucchiaio e rifinisci dando la forma di una pesca. Ritaglia con un coltello le sagome delle foglioline o con un taglia pasta a fogliolina e personalizza con piccoli taglietti. Spennella la parte sotto le foglioline con albume d’uovo e sovrapponi.
  4. Inforna la teglia in forno già caldo a 180’C per circa 25 min. Servi i biscotti con una tazza di latte tiepido o con del tè alla pesca.
Note
Taglia pasta rotondo 6 cm+ stecchi di legno per ghiaccioli+carta da forno+teglia da forno

 

 



Cosa sono le Principesche?


Le “Principesche” sono una qualità di pesca che viene coltivata nel comune di Pescantina,detto così potrebbe sembrare l’inizio di una storia o uno scioglilingua in realtà questa zona agricola veneta esiste sul serio ed è riconosciuta a livello mondiale per la coltivazione  di queste meravigliose pesche dal nettare dolcissimo e dal profumo intenso. Io ho avuto la fortuna di conoscerle perché un’amica gentilmente me le ha portate in dono e ora profumano di natura la mia cucina.

A presto❤️

Benedetta

Posted by:Benedetta B.

Rispondi