Ho letto tutto quello che c’è da sapere sull’agricoltura, sulle stagioni, sulla frutta e la verdura. Ci sono andata tante volte nell’orto a cogliere i pomodori ancora caldi e maturati al sole. Ho strappato erbacce e riempito cassette di legno con carote e zucchine sporche di terra. Ho imparato sin da bambina il valore delle cose semplici e il gusto dei frutti della nostra terra appena colti.

img_6099

Una storia d’amore che nasce un giorno quasi per caso annusando le zolle di terra umide appena girate e pronte ad accogliere, come in un grembo, il seme. Ricordo quell’impaziente desiderio di coglierne il frutto e di assaggiare il risultato di tante amorevoli attenzioni.
Oggi conservo ancora quel viscerale attaccamento e amore per i prodotti della terra. La mia cucina è semplice, con una visione un po’ romantica , attenta a mantenere intatta la materia prima, a esaltarla, giocando con gli abbinamenti e contrastando i sapori. Prediligo ingredienti poveri , utilizzo molti ortaggi e limito carni rosse e grassi. La mia cucina segue le regole semplici del vivere bene e trova fondamento nella dieta mediterranea.
Credo che uno stile di vita sano possa farci vivere in pace con la propria anima e con il nostro corpo. Una storia semplice che passa attraverso la nostra bocca, ma che ha inizio dalle nostre mani vicine alla terra. Una storia d’amore che tutti dovremmo vivere almeno una volta nella vita.

img_6094

Una ricetta sorprendente che trova il giusto equilibrio tra il forte sapore carnoso dello sgombro, la freschezza del pesto di ortica e il pallido vellutato purè di cavolfiore, enfatizzandone al contempo dolcezza e gusto.

Cuciniamo insieme…

SGOMBRO CON PESTO DI ORTICA PURE' DI CAVOLFIORE CIPS DI CAROTE NERE E QUINOA CROCCANTE
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
mixer + pelapatate +passaverdura + padella per cottura a vapore
Autore:
Recipe type: Secondi
Cuisine: Dosi per 4 pers.
Ingredienti
  • 4 filetti di sgombro circa 250g
  • Per il pesto:
  • un mazzetto di ortiche
  • 3 cucchiaini di pinoli tostati
  • 150g di Parmigiano grattugiato
  • 1\2 spicchio di aglio
  • il succo di mezzo limone
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cavolfiore
  • 2 carote nere
  • olio di arachidi per frittura
  • farina 0
  • Quinoa mista
  • Sale e pepe
Istruzioni
  1. Prepariamo il pesto di ortica:
  2. Utilizza i guanti per sciacquare il mazzetto di ortiche sotto acqua fredda e lascia ad asciugare sopra un telo da cucina tamponandola dolcemente. Sbollentala in acqua salata per un paio di minuti per eliminare l'effetto orticante. In un bicchiere alto unisci ortiche, pinoli tostati, Parmigiano grattugiato, l'aglio,un pizzico di sale grosso e il limone. Frulla e aggiungi l'olio a filo. Lascia riposare in frigorifero coperto con pellicola 5 min.
  3. Spalma il pesto sulla parte della polpa dello sgombro e arrotala i filetti su se stessi, ferma con stuzzicadenti o spago da cucina. Inforna su teglia rivestita con carta da forno per 15 min. a 180°C
  4. Prepara il purè :
  5. Lava il cavolfiore,dividilo in cimette e cuocilo per 20 min nella padella a vapore. Passalo al passaverdura e aggiungi un cucchiaio di olio.
  6. In una pentola di ferro per i fritti porta a temperatura l'olio di arachidi. Pela le carote e con il pelapatate ricava fettine sottili. Passale nella farina e friggi per pochi secondi.Scola l'olio in eccesso su carta assorbente.
  7. In padellino antiaderente tosta la quinoa senza condimenti.
  8. Componi il piatto:
  9. Stendi il purè, i rotolini di sgombro,le chips di carote e termina con una manciata di quinoa croccante.
  10. Servi.

img_6096

img_6093

img_6097

img_6098

Un giorno ho letto questa frase
” Tornare indietro per andare avanti “

Un ringraziamento particolare a “Ceramiche Massimino” che ha realizzato appositamente per CiaoDolce queste splendide ceramiche artigianali dipinte a mano.

Con questa ricetta partecipo al concorso

categoria FOOD PHOTOGRAPHY – miglior fotografia

” FoodBlogAward 2016″ di Malvarosa – Dieta Mediterranea

Posted by:Benedetta B

Rispondi